Come essere un community manager: cinque consigli

Come essere un community manager: cinque consigli
Se ti piace la comunicazione e vuoi imparare una professione con molte proiezioni, la posizione di community manager potrebbe adattarsi alle tue aspettative. È l'esperto che si occupa responsabilmente di gestire la comunicazione digitale di una grande o piccola azienda. Qualche volta, nasce la convinzione che il ruolo del community manager sia veramente determinante solo nelle grandi aziende che hanno budget elevati per migliorare il marketing e l'immagine aziendale. Tuttavia, la loro collaborazione è particolarmente significativa nella visibilità online di una piccola impresa che rafforza la sua differenziazione dalla concorrenza.

Bene, funziona come community manager offre importanti opzioni di sviluppo professionale. Anche se non dimentichiamo che, d'altra parte, c'è un alto livello di concorrenza. Poiché l'ambiente digitale sta cambiando, è una specializzazione che richiede un aggiornamento continuo. La formazione permanente rappresenta il percorso da seguire per chi opera in questo campo. Altrimenti, se ti accontenti di ciò che già conosci, puoi rimanere bloccato. Come essere un community manager? Di seguito, condividiamo diverse proposte.

1. Corsi specialistici e complementari

Attualmente, puoi optare per un'ampia gamma di corsi di formazione per i profili digitali. Per questa ragione, Si consiglia di selezionare programmi con una laurea ufficiale che preparano gli studenti all'acquisizione di nuove abilità e competenze. I corsi sul marketing devono essere a un livello avanzato. Si consiglia di acquisire una preparazione olistica. In altre parole, è positivo che tu possa tracciare le azioni implementate. In questo modo, puoi valutare i successi e gli errori.

2. Predominio dei social network

La gestione di successo dei social network attribuisce valore alla pianificazione continua. Si raccomanda anche a questo professionista di sviluppare una risposta adatta a una situazione di crisi. Tieni presente che il protocollo progettato funge da guida per agire con determinazione se questo processo si verifica in qualsiasi momento. Il profilo che lavora come community manager è un professionista qualificato che si occupa di accompagnare ogni cliente nel raggiungimento dei propri obiettivi. Ad esempio, quando un esperto in questo campo lavora per un'azienda, rappresenta i valori dell'entità.

Come essere un community manager: 5 consigli

3. Reti online e offline

I contatti professionali possono essere molto positivi in ​​qualsiasi settore. Soprattutto quando la persona si occupa della comunicazione e dell'interazione frequenti. Per questa ragione, la pratica del networking è particolarmente significativa nel lavoro come community manager. Questo processo non si sviluppa solo attraverso l'ambiente digitale, ma anche di persona. Queste connessioni aprono le porte a livello creativo. Possono anche portare alla nascita di nuove collaborazioni. Allo stesso modo, il networking promuove l'apprendimento attraverso l'esempio e l'ammirazione per l'altro.

4. iniziativa

Il curriculum di un community manager si arricchisce di quei progetti a cui ha partecipato nel corso della sua carriera. Alcune di queste collaborazioni sono legate a diverse aziende. Ma è positivo che il professionista prenda anche l'iniziativa di essere coinvolto nei propri progetti.

Ad esempio, un blog specializzato e aggiornato può diventare la migliore lettera di presentazione per candidarsi a nuove opportunità. Il le aziende apprezzano positivamente l'iniziativa e la proattività nei candidati partecipare a un processo di selezione. Un proprio progetto ti permette di essere coinvolto fin dall'inizio nel suo processo di creazione. Allo stesso modo, ti aiuta a osservarne l'evoluzione e le svolte.

Come essere un community manager: 5 consigli

5. Prenditi cura del tuo personal brand per lavorare nel settore

È consigliabile che il tuo profilo sia presente in ambienti molto professionali come LinkedIn o Twitter. Così, la tua conoscenza acquisisce maggiore visibilità. Se vuoi lavorare come community manager, stabilisci obiettivi realistici. Cioè, avanza attraverso un processo di apprendimento graduale e costante.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.